Testata Il Messaggero
Titolo Dai commessi ai progettisti ecco le professioni vincenti
ISTAT ROMA Dai commessi ai progettisti di software sono 27 le «professioni vincenti» individuate dall' Istat, che hanno visto 1,6 milioni di occupati in più negli ultimi cinque anni, tra il 2011 e il 2016. È quanto emerge dall' audizione del presidente dell' Istat, Giorgio Alleva, alla commissione Lavoro del Senato sulla quarta rivoluzione industriale. Alleva indica anche 24 professioni «perdenti», legate soprattutto al mondo delle costruzioni e alle mansioni di ufficio, che hanno perso nello stesso tempo più di un milione di occupati. Tra le professioni più penalizzate, con variazioni negative del numero di occupati superiori alle 20 mila unità, l' Istat include muratori in pietra e manovali, ma anche contabili e addetti alla funzione di segreteria. Al contrario, tra i lavori in maggiore espansione ci sono anche gli addetti all' assistenza delle persone, i magazzinieri, diverse professioni legate alla ristorazione, i tecnici della produzione manifatturiera, gli analisti e i progettisti di software, gli specialisti di marketing, i fisioterapisti. I DATI Complessivamente l' occupazione è cresciuta nelle professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi (+403 mila tra il 2011 e il 2016), nelle professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione (+330 mila), ma è al tempo stesso aumentata anche nelle professioni non qualificate (+268 mila). Variazioni negative si sono invece osservate nel gruppo degli artigiani, operai specializzati e agricoltori (-579 mila) e in quello delle professioni esecutive nel lavoro d' ufficio (-106 mila). Gli altri gruppi hanno osservato variazioni negative, seppure di minore intensità. R. Ec. © RIPRODUZIONE RISERVATA.